MENSILE DI OPINIONE - POLITICA DI COSTUME - ATTUALITA' - CULTURA -TURISMO - ARTE - MODA
fondata nel 1865.

Direttore responsabile
ITALO CARLO SESTI

Home
Ritorna

 

Italo Carlo Sesti

nato ad Amantea 13 novembre 1915

 

RICONOSCIMENTO AL NOSTRO DIRETTORE

UN GRAVE LUTTO
Il dolore della famiglia di Scena Illustrata e del suo direttore per la morte il 6 settembre 2002 di
LUCREZIA SESTI

 

La "MICIA CAMILLA" 
mascotte della rivista.

IL GRAZIOS0 FELINO NELLA STORIA

 

 

RICONOSCIMENTO AL NOSTRO DIRETTORE

 

VELVYSLANEC 
SLOVENSKEJREPUBLIKY 

AMBASCIATOR
DELL
A REPUBBLICA SLOVACCA

Rudolf Zelenay

Roma, li 8 settembre 2000

Illustrissimo Signor Sesti,

la collaborazione fra la Repubblica Italiana e la Repubblica Slovacca è in questo periodo talmente intensa ed efficace come mai prima. Con grande piacere devo costatare che a questa realtà ha contribuito anche Lei personalmente.
Apprezzo molto il Suo contributo nell'ambito del giornalismo, soprattutto la pubblicità nell'interesse della buona propagazione di uno Stato cosi giovane come è la Repubblica Slovacca. Devo riconoscere il Suo produttivo lavoro di molti anni e le Sue straordinarie nozioni sul nostro territorio nazionale.
La raccomandazione dell'Ambasciata della Repubblica Slovacca con la sede a Roma di consegnarle la Medaglia d'Argento del Ministero degli Affari Esteri della Repubblica Slovacca per l'appoggio dello sviluppo dei rapporti bilaterali è stata dalla parte del Ministero accolta, quindi ho l'onore in questa occasione di consegnargliela.
Mi permetto di augurarle tanti successi nella Sua attività professionale e molta serenità nella Sua vita privata.

Con stima

 

Spettabile
Signor Italo Carlo Sesti 
Scena Illustrata 
ROMA 

 

Il Direttore nel suo studio in redazione qualche anno fa.

 

 Articolo tratto dalla rivista del Dicembre 2000 pag. 46

IL GRAZIOS0 FELINO NELLA STORIA

Esiste, a Roma un "Accademia" speciale, ideata dal marchese Giordano Alberghini, di cui fanno parte personaggi famosi come: Grazia Francescato, Carla Rocchi, Giorgio Savini, Milena Milani, Pietro Citati, Franca Valeri, Laura Betti, Ilaria Occhini, Gino Paoli, Maurizio Costanzo, Sergio Zavoli, Folco Pratesi, Danilo Mainardi, solo per citarne alcuni e, tra gli stranieri, Balthus, Louis Godart, Jean Louis Graincourt, Yves Berger. Non si tratta di un club o di una semplice associazione, ma di un gruppo di veri e propri cultori di tutto ciò che è stato scritto, rappresentato e composto nei secoli per il gatto, ispiratore e spesso alter ego di artisti, letterati e musicisti. Basti pensare al Tintoretto che raffigurava sempre il suo gatto nei dipinti più noti; a Scarlatti, a Rossini, che hanno espresso nella musica l'amore per questo compagno di vita misterioso e affascinante, in cui predominano i valori supremi di bellezza, creatività e libertà.
Il testo presentato alla stampa è un'antologia di racconti di Accademici diversi che narrano la storia e la vita del loro animale domestico e che si sono offerti, senza alcun compenso, per un'iniziativa, il cui ricavato sarà devoluto alle tesi di laurea su argomenti riguardanti la storia, l'arte, i miti e le civiltà che esaltano il gatto. Ogni episodio è seguito da una biografia dell'autore. Il tutto corredato da immagini, foto e disegni. Casa editrice "Felinamente e C.". Una vera e propria 'chicca' per chi ama questi straordinari esseri viventi che, secondo lo scrittore Walter Scott, sono "un popolo misterioso, nelle cui menti vi è più di quanto avvertiamo". Successo assicurato del volume che, come gli 8 precedenti, composti dalla Marchesa Marina Alberghini, giornalista e artista poliedrica, contribuisce a rinvigorire un'ideale biblioteca 'felina', unica, nel suo genere, in Italia. Il "Sofà delle fusa" sarà presentato, prossimamente anche alla stampa torinese.

Silvana Carletti

 

 

Home - La Redazione - Riviste 2003 - Altre Riviste - Abbonamenti - Tariffe Pubblicità - Dati diffusione    Su

Copyright © 2001 / 2002. by "Scena Illustrata"

On line copyright  November 2001