MENSILE DI OPINIONE - POLITICA DI COSTUME - ATTUALITA' - CULTURA -TURISMO - ARTE - MODA
fondata nel 1865.

Direttore responsabile
ITALO CARLO SESTI

Home
Ritorna
I Premiati
Art. pag. 25
Art. pag. 26
Art. pag. 39
Art. pag. 4

 

rivista n. 5-6 Anno 137 Maggio giugno 2001

Copertine

I MIGLIORI DELL'ANNO 
Cracovia 
Aula Magna dell'Università
JAGELLONICA

***
Convegno su
IBN KHADÛN
L’UOMO DEL MEDITERRANEO


SOMMARIO

SERVIZI 

Pag. 7 " I MIGLIORI DELL'ANNO" a Cracovia, nell'aula magna dell'Università  Jagellonica, commentati da Italicus, Lorenzo Vessicchelli, Emilia Bernardini e dalla Stampa 

Pag. 11 I PREMIATI

Pag. 15  VARSAVIA UN MIRACOLO DAL DOLORE di Lorenzo Vessichelli

Pag. 19 POLONIA, FIORE DEL NORD di Emilia Bernardini

Pag. 25 Mario Scelba: tra luci e ombre di Carlo Vallauri 

Pag. 26 S.O.S. planetario: lingue in pericolo di Benito Mincio 

Pag. 27 La sorella del ministro  (racconto) di Benito Mincio 

Pag. 31 La vita negata di Mario Leonardi 

RUBRICHE 

Pag.  1  LETTERE DALL'ITALIA E DAL MONDO 

Pag.  4  A CIASCUNO IL SUO "PIERO FASSINO" di Carlo Vallauri 

Pag. 33 CONVEGNI CONGRESSI NOTIZIE Convegno su "IBN KHALDÛN

Pag. 44 SPETTACOLI 

Pag. 48 CURIOSITA' di Francesca Romana Cicero 

Pag. 49 MODA 

CRACOVIA 
CITTA DEL PASSATO-CITTà DEL FUTURO

di Italicus

L’antichità conobbe importanti istituzioni per l'istruzione: le scuole filosofiche di Atene e quelle letterarie e retoriche dei Romani, degli Alessandrini e dei Bizantini, ma non possedette Università nel senso moderno della parola.
La prima scuola universitaria europea fu quella di Salerno in Italia, che salì a grande notorietà come scuola di medicina sin dal secolo 9°. Certa l'esistenza di una scuola di diritto a Roma dal secolo 11°, erede di quella che Giustiniano aveva arricchita di privilegi e vissuta nei secoli seguenti come scuola privata, finché, per le rivoluzioni interne che spopolarono Roma, mori, cedendo il posto a quelle di Ravenna e poi di Pavia.
Cracovia.jpg (127353 byte) All'inizio del secolo 12° troviamo a Bologna una scuola che col suo rapido affermarsi oscura le precedenti ed inaugura la vera scienza giuridica. Il successo é tale da suscitare il desiderio in altre città di allargare le loro superate scuole di retorica e di chiamarvi docenti illuminati per l'insegnamento dei diritti: romano, canonico e feudale.
Come Bologna era stata il primo centro riconosciuto degli studi giuridici, così Parigi, poco più tardi, doveva divenire la città degli studi filosofici e teologici, alla cui Università la Sorbona, Guglielrno di Champeaux e Abelardo attirarono numerosi studenti. La medicina divenne così materia universitaria a Montpellier. Seguendo questo esempio studenti che cercavano istruzione per ragioni culturali e professionali in teologia, diritto e medicina diedero vita alle Università di Oxford in Inghilterra, di Orléans in Francia e Coimbra in Portogallo.
Dopo il 1220 le Università non vennero più fondate dagli studenti ma dai re e dai governi per venire incontro ai bisogni politici dei loro Stati. Napoli ne é il primo esempio (1224); seguirono Tolosa (1229), Roma (1303), Perugia (1308), Pisa (1343), Praga (1347) Cracovia (1364), Vienna (1364) e successivamente a Heidelberg, Germania, Copenaghen e Upsala in Scandinavia e St. Andrews, Glasgow e Aberdeen in Scozia, a Salamanca e Valladolid in Spagna.Univeritat.jpg (91249 byte)

CRACOVIA, un tempo capitale della Polonia é oggi capoluogo divoivodato ebbe in ogni tempo un posto di primaria importanza per la sua storia, le tradizioni culturali e per le preziose opere d'arte di cui si é arricchita nel corso dei secoli, fortunatamente salvate dalle distruzioni della seconda guerra mondiale. Tuttora svolge una funzione eccellente di cultura attraverso l'Accademia di Scienze e di Lettere, il Museo Czartoryski, il Conservatorio di Musica, ma soprattutto tramite l'Università IAGIELLONICA (Jagielionian) che ha lo scopo essenziale di diffondere l'alta cultura e di provvedere le basi delle cognizioni storico-tecniche indispensabili per le professioni intellettuali, di effettuare accurate ricerche. Notevole e straordinario é il suo contributo dato alla ricerca scientifica: la grande avventura dell'astronomia, della fisica e della matematica, riassumibile nei magisteri di Copernico e Galilei.
Fondata nel 1364 da Casimiro il Grande come studium generale, il Collegium Maius é un edificio architettonico in mattoni rossi, con un bel cortile interno stile tardogotico ad arcate ogivali sorrette da colonne finemente lavorate. Da visitare la Libraria Magna con un fantastico soffitto a volta tardo-gotico, la Stuba Communis, già refettorio dei docenti, e l'Aula con uno splendido soffitto rinascimentale. Numerose reliquie di enorme valore storico, tra cui il celebre globo terrestre, detto globo d'oro o Jagielloùski del 1510, il più antico del mondo, nel quale é indicato anche il continente americano.
Accademia, Museo, Conservatorio e Università costituiscono l'asse della cultura polacca, un fulcro insostituibile per l'umanità intera e, perché no, grandi istituzioni di gioia e di dolore in grado di esercitare un fascino singolare e irresistibile, che ha saputo impegnare docenti attenti e preparati e convincere i giovani all'importanza della conoscenza della propria storia per assicurare in ogni circostanza, lieta o triste, la crescita morale, culturale e spirituale della Nazione e dar loro la consapevolezza della condizione geografica e dei loro problemi.
Sentinelle modello che hanno costituito una preziosa difesa della cultura e delle tradizioni del Paese dall'inquinamento di ogni genere. Serbatoi di ossigeno pulito.
Narrare la storia di questa città magica, mito e simbolo della Polonia, della sua Università, è impresa affascinante. Un viaggio lungo ed inquieto, carico però di quei fermenti e di quelle promesse che ne fanno una città di più spessori e misure, attivamente impegnata ad affermare la propria vocazione di città di cultura e d'arte, di musica e danza, di teatro e cinema, di grandi appuntamenti di respiro internazionale, come elemento essenziale per la qualità della vita di tutti gli uomini. Quasi città d'avanguardia, di ricerca, che onora lo studio che diventa elemento costitutivo della personalità di ciascuno.Univeritat lettura.jpg (103686 byte)
Conoscerla nelle sue cento chiese, nelle antiche strade, nei suoi mille e mille angoli, nei suoi bagliori di speranza che ogni giorno propone agli occhi spalancati dei turisti sul perenne respiro della storia, è un impresa ardua ma appagante come la conquista di un amore difficile.
Nella fierezza dell'Aula Magna dell'antica Università che ha appena festeggiato i suoi seicento anni di vita, gentilmente messa a disposizione del nostro mensile "Scena Illustrata" fondato nel 1865, dal rettore magnifico, dr. prof. Franciszek Ziejka, sono stati consegnati gli ambiti riconoscimenti della rivista a I MIGLIORI DELL'ANNO, in una continuità ideologica tra passato, presente e futuro e un'atmosfera coloristica espressa dall'insieme della architettura della struttura e giocata sulle note del bruno delle pareti e degli sfondi. Un colore che non é superficie, ma volume plasmato il quale scandisce la metrica delle proporzioni, gli equilibri della divisione spaziale e dei piani, che fanno dell'Università, oltre che una fucina del sapere uno dei principali centri d'arte della Polonia, dove anche le pietre parlano di storia, di ricostruzione ordinata, di eventi umani, di aspetti politici, sociali ed economici, di casi reali e fantastici.
La folla dei luminari che ci accoglie dalle pareti, come tante iscrizioni dedicatorie, è quanto mai vivida e composita con i loro volti pensosi.
La tensione dei premiandi e dei convenuti é tutta interiore, forza i profili, dardeggia negli sguardi, freme sulle labbra, e a noi non ci resta altro che ringraziare, riconoscenti, il Rettore Magnifico che ci ha consentito, per un giorno, immergerci nella storia come in un quadro spettacolare esaltante, dice Dante, ... Colui lo cui saver tutto trascende . 

Italicus

 

Home - La Redazione - Riviste 2003 - Altre Riviste - Abbonamenti - Tariffe Pubblicità - Dati diffusione    Su

Copyright © 2001 / 2002. by "Scena Illustrata"

On line copyright  November 2001